DIMENSIONAMENTO DEI FILTRI AUTOPULENTI ATTRAVERSO IL DHC

FILTRI AUTOPULENTI PROVVISORI
5 Maggio 2015
IMPIANTO DI FILTRAZIONE CONTANERIZZATO CON FILTRI AUTOPULENTI
15 Maggio 2015

DIMENSIONAMENTO DEI FILTRI AUTOPULENTI ATTRAVERSO IL DHC

Immagine dell’ impianto pilota per la determinazione del DHC dei tessuti filtranti

DESCRIZIONE DELLA PROVA

Il DHC (Dirt Holding Capacity) è la quantità di inquinante, espressa in mg/m² che può trattenere un tessuto filtrante ad una determinata differenza di pressione. Sono state eseguite le prove su tessuto monofilo in Poliestere per gradi di filtrazione da 200 a 25 micron e su tessuto in fibra sinterizzata in AISI316 per gradi di filtrazione da 20 a 1 micron.

DHCPROVE

                                  Immagine dei test eseguiti sui campioni di tessuto

I tessuti filtranti sono stati tagliati ad un determinato diametro e pesati, dopo di che , è stata eseguita la filtrazione in pressione del fluido contaminato. Ad una determinata differenza di pressione il tessuto viene tolto, essiccato e ripesato. La differenza di peso tra prima della filtrazione e dopo, indica la quantità massima di solidi che può contenere il tessuto. Il peso specifico dell’ inquinante che abbiamo inserito all’interno del liquido da filtrare era composto da particelle organiche ed inorganiche. Il suo peso specifico era intorno ad 1 Kg/dm³.

BILANCIA

DIMENSIONAMENTO FILTRI AUTOPULENTI

Grazie allo studio fatto sul DHC dei tessuti e strumenti di misura delle particelle già presente nel nostro laboratorio dal 2012 siamo in grado di effettuare un accurato dimensionamento dei nostri filtri autopulenti

CONTAPARTICELLE

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi